Villa Caccia

 

Adagiata sul poggio Monte Cucco, domina l’imbocco della Valsesia, consentendo verso nord la vista del massiccio del Monte Rosa e a sud una panoramica sulle colline e la  pianura novarese.

Partendo dal vincolo di recuperare un preesistente convento di Cappuccini, il monumentale edificio neoclassico è stato costruito, tra gli anni 1842 e 1848, su progetto di Alessandro Antonelli, quale residenza di villeggiatura dei conti Caccia di Romentino.

Nell’edificio Antonelli, ponendosi in una dimensione culturale nuova, ha saputo unire la tradizionale impostazione della villa palladiana con le reali esigenze dell’epoca costruttiva.

La bianca luminosità dell’edificio risalta tra la vegetazione di alberi secolari del parco, dichiarato “Giardino botanico di interesse Regionale”, facendone un punto di riferimento del paesaggio.

 

 villa

 

villa2

 

iterno