Scuola

La ricostruzione di un’aula scolastica del secondo Dopoguerra ci riporta tra banchi di legno, pennini, calamai e carte assorbenti.

Un materia importante, presente dall’Unità d’Italia, era la bella scrittura che veniva rigidamente insegnata: si cominciava con la corretta postura e l’impugnatura della penna, si riempivano le pagine di aste e occhielli; si procedeva poi alla scrittura corsiva con tratti di congiunzione tra le lettere. Con l’introduzione della penna biro, negli anni ’60, viene semplificato l’insegnamento della scrittura.

 

Per informazioni sulla nostra offerta didattica: CLICCA QUI

suola