Il Museo chiuso per lo scorso fine settimana: alcuni chiarimenti

Il Consiglio Direttivo dell’associazione Museo Storico Etnografico della Bassa Valsesia Onlus desidera pronunciarsi a chiarimento della sospensione delle attività del Museo da venerdì 11 a domenica 13 settembre, comunicata attraverso i nostri canali nella giornata di venerdì 11. Tale sospensione ha determinato
non solo la chiusura al pubblico negli orari di apertura ordinaria, ma anche l’annullamento dello spettacolo teatrale “In macchina” previsto per venerdì 11 (a poche ore dalla comunicazione) e la serata “La poesia della natura, la natura della poesia”, in programma per sabato 12 settembre.
Nel precisare le generiche motivazioni che abbiamo addotto venerdì 11, ossia “motivi organizzativi”, riferiamo di seguito cosa è accaduto. Alcuni giorni prima di quella data, l’intero personale del Museo era venuto in contatto con una persona, che nella giornata di venerdì 11 aveva manifestato sintomi influenzali, potenzialmente riconducibili all’infezione da Covid-19. Il Consiglio Direttivo del Museo, pur nell’imbarazzo di annullare un evento previsto per il giorno stesso, ha di conseguenza preferito sospendere tutte le attività del fine settimana, che avrebbero previsto un certo afflusso di pubblico, al fine di tutelare la sicurezza degli utenti, ma anche del personale e dei volontari. Nel fare ciò, allo scopo di non generare inutili allarmismi, si è dunque preferito addurre una motivazione generica, anche al fine della tutela della privacy delle persone coinvolte. Precisiamo che, con il passare dei giorni, i sintomi, comunque riferiti all’apparato respiratorio, manifestati dalla persona in questione, seguita dal proprio medico curante, non si sono rivelati riconducibili al Covid-19, dato che inevitabilmente non poteva essere conosciuto venerdì.
In merito allo spettacolo “In macchina”, in programma per venerdì 11, ideato e realizzato dalla compagnia “Cabiria teatro”, con il sostegno di “Borgate dal vivo”, precisiamo che l’evento era stato dapprima in programma per sabato 29 agosto e già rinviato non per nostra volontà, ma causa maltempo, dal momento che l’evento non era attuabile in spazi interni alternativi. A seguito della decisione del Consiglio del Museo di annullare anche la data di venerdì 11 per le precauzioni sopra indicate, la compagnia si era resa disponibile a inviare una ditta certificata che sanificasse gli spazi da utilizzare, tuttavia il Consiglio ha ritenuto di restare fermo sulla propria decisione di sospendere ogni attività. Precisiamo che qualsiasi accesso della compagnia agli spazi di Villa Caccia, così come l’accesso agli impianti elettrici, ai servizi igienici e alle attrezzature necessari all’evento, sarebbero stati necessariamente subordinati a un contatto con almeno un membro del personale dell’ente, che aveva nei giorni precedenti incontrato la persona a rischio. Dunque la proposta avanzata da Cabiria non era in alcun modo attuabile.
Nello scusarci dunque verso la nostra utenza per i disagi e il malcontento arrecato, ribadiamo che ogni nostra decisione è stata orientata al fine di garantire la massima sicurezza di ciascuno, peraltro in un periodo di incertezza per tutti, in cui non è opportuno correre rischi inutili.
Esprimiamo la nostra disponibilità agli utenti che hanno sostenuto una spesa di prenotazione dell’evento, sebbene tali quote siano state totalmente introiettate dall’organizzazione, avendo il museo fornito la location e la promozione dell’evento con totale gratuità.
Le attività del museo riprendono dunque regolarmente seguendo tutte le indicazioni dettate dalle norme di sicurezza.
Cordialmente,
Il Presidente 
Franco Tinelli
 
 
Romagnano Sesia, 15 settembre 2020